Logo Logo

Bio

I Mòn nascono in un box sotterraneo a Roma nel marzo 2014. Concepito inizialmente come progetto indie-folk, la band comincia presto a muoversi alla ricerca di nuove sonorità. Attraverso i diversi mondi musicali da cui provengono, i cinque componenti della band trovano un proprio equilibrio dando libero sfogo a valvole, synth, effetti analogici e ritmiche incalzanti, alle quali continuano a contrapporre linee vocali malinconiche e intimiste di matrice folk, creando un patchwork variopinto di suggestioni e armonie. Il loro è un sound tipicamente internazionale, frutto di una caleidoscopica ricerca che a dispetto della giovanissima età lascia intravedere gli echi dei loro pregevoli ascolti. Lo scorso 3 febbraio è stato pubblicato il loro primo singolo, "Lungs". Il videoclip del brano, interamente realizzato con le suggestive illustrazioni animate da Marco Brancato, ha suscitato notevole interesse tra il pubblico e gli addetti ai lavori, ottenendo immediatamente migliaia di visualizzazioni, vincendo il premio della decima edizione del Gargano Film Festival come miglior video musicale e classificandosi al quinto posto al PIVI, il Premio per i Migliori Videoclip Indipendenti del MEI. Il singolo ha anticipato l’album "Zama", uscito il 12 maggio su etichetta Urtovox Records.  Il 29 maggio è uscito il videoclip di "Fluorescence", per la regia di Giacomo Favilla. “Fluorescence” è stata inserita all’interno di alcune playlist Spotify, quali “Italians Do It Better”, “Top 50 Viral Italy” e “New Music Friday”. Dopo l’anteprima live dell’album al Monk Club di Roma, il 24 giugno è stato inaugurato un lungo tour estivo, che li ha visti protagonisti di numerosi festival.
I Mòn sono attualmente in tour in tutta Italia.

 

Dicono di loro: 

" Siamo dalle parti di un pop delicato che non rinuncia però a grandi sprazzi di colore e ritmi sincopati...Si potrebbero scomodare gli Alt-j e XX. Una bella sorpresa!" (ROCKIT)

"...Un' eleganza considerevole" (WIRED)

"...sono bravi i Mòn: amano i cambi di ritmo e cantano in due: lui e lei" (L'INTERNAZIONALE)

"Esordio assoluto per questo quintetto che ha le carte in regola per diventare grande" (IL MUCCHIO)

"Tutti i brani dell’album sono magistrali esempi di come i Mòn sappiano sviluppare melodie affabili e ariose, davvero squisita l’alchimia delle due voci, in crescendo elettrici, avvincenti ed impetuosi. Una magnifica rivelazione!" (ROCKERILLA)

“Melodie, composizione e arrangiamenti profumano di Primavera. Il festival, non la stagione… “  (ROCKOL)

“Il loro indie-folk è vincente, soprattutto grazie all’incrocio delle voci di Rocco Zilli e Carlotta Deiana e all’atmosfera dolce, malinconica, e musicalmente raffinata di queste canzoni. Fossero stranieri tanti qui da noi strillerebbero al fenomeno. Se questo è l’esordio, il meglio deve ancora arrivare” (IL GIORNALE)

"Fossimo negli USA "Lungs" finirebbe dritta nella colonna sonora di una serie" (CORRIERE DELLA SERA)

"Alcuni esordi sono folgoranti" (LOSTHIGHWAYS)

"...Potrebbero ambire ad un successo internazionale" (BACKSTREET BUSCADERO)

“Una personalità ed una creatività che rendono questo “Zama” interessantissimo” (CLASSICK ROCK)

“La sostanza c’è ed è palpabile. Le premesse pendono verso la speranza che Zama sia soltanto un accenno di quello che ascolteremo in futuro” (SENTIREASCOLTARE)

“Le canzoni di "Zama" sembrano figlie di un viaggio, magari nate da un tragitto partito dal lato opposto dell'Europa che si affaccia a Tunisi: l'Islanda. Le prime influenze raccolte da questa nuova band composta da cinque giovanissimi musicisti partono in sintonia al rock sperimentale dei Sigur Ròs ("Indigo"). Attraversando l'Atlantico, poi, tappa obbligatoria è l'Irlanda: l'intro della prima traccia "Lungs" è un incipit ispirato allo strumentalismo dei God Is An Astronaut. Il garage rock è poi stato raccattato appena sbarcati in Scozia nella melodica e cantata "To Marianne". La conoscenza, fosse vero, dei Teenage Fanclub può esserne stata la causa scatenante. L'essenza dell'indie rock '00, invece, è stata fortificata nella successiva fermata (obbligatoria) in Inghilterra; nell'album le influenze oxfordiane alternative e indie rock dei Foals lasciano chiaramente il segno (nel singolone "Fluorescence") nello stile dei Mòn. Superando la Manica è la volta del pop rock francese dei Granville a rintracciare pezzi come "The Flock" o "Alma" (ROCKIT)

“Segnatevi questo nome perché con un esordio come “Zama” non è difficile immaginare di sentirli e leggerli ancora in futuro. La loro musica è cosi varia da divenire difficile perfino descriverlo. L’intero album è un susseguirsi di brani bellissimi. I Mòn si candidano con forza ad essere una delle realtà più interessanti di questo 2017” (VINILE)

 

Video

Music

Etichetta

Urtovox

Ufficio stampa

Unomundo

Social

facebook

instagram

sito web

prossimi live.

20

Dicembre

MÒN

Off , Bologna , 20.30
link evento

21

Dicembre

MÒN

Bagno Trocadero, Lido di Spina (FE), 18:30
link evento

22

Dicembre

MÒN

Soulkitchen, Sulmona (AQ), 21.00

23

Dicembre

MÒN

Monk, Roma, MEIllenials // ExitWell 5° Celebration
link evento

29

Dicembre

MÒN

Morgana, Benevento, 21.30

30

Dicembre

MÒN

Club 33 Giri, Santa Maria Capua Vetere (CE), 21.30
link evento